giovedì 2 marzo 2017

Troppe passioni


Non ce la posso fare, amici!
 Ho sviluppato troppe passioni, una diversa dall'altra, perciò non riesco a stare dietro a tutto.
Nel mio laboratorio, ordine è una parola sconosciuta: si inizia dai materiali per il restauro e la pittura, si inciampa nei gomitoli di lana, si scivola sulle perline cadute sul pavimento e si finisce a cercare fogli sparsi di qualche racconto mezzo stampato e mezzo no... Ogni tanto provo a sistemare tutta questa roba negli appositi cassetti e scaffali, ma dopo qualche giorno torna tutto come prima.
Cerco di dare un senso logico alla mie esperienze creative, ma è impossibile.
Per darvi un'idea del caos della mia mente, in questo periodo sono impegnata nelle seguenti attività:

-lettura di due romanzi
-scrittura di un romanzo e due raccolte di racconti
-realizzazione di due diverse icone
-uncinetto
-preparazione dei mercatini di primavera
-lavori di restauro su opere dei clienti
-casa
-casetta in montagna
-cucina
-famiglia
-cane
-desiderio di fare lunghe passeggiate
-desiderio di andare al mare
-desiderio di andare in montagna
-desiderio.

Insomma, troppe cose!
Invidio quelli, come il mio compagno, la cui esistenza è illuminata da un'unica fulgida stella (nel suo caso è la musica). Una passione così limpida e brillante da diventare un lavoro.
Al contario, io vago qua e là come un'ape impazzita. Ah, che senso di faticosa frustrazione!




Negli ultimi anni sono stata colpita da una sorta di incontrollabile desiderio di fare, fare cose con le mie mani; creare, comporre, scrivere, decorare, modellare, cucire, dipingere, "uncinettare". E mi piace tutto, tutto mi appassiona moltissimo! Vorrei avere mille vite per sperimentare a fondo queste e tante altre cose belle... Invece purtroppo gli anni passano veloci ed il tempo è sempre troppo poco.
Che sia questo?
Che tutta questa voglia di fare sia paura della morte e dell'oblio che l'accompagna?

E voi, cosa ne pensate?
Come gestite le vostre passioni?

4 commenti:

  1. Mi pare di essere descritta dalle tue parole...anche io vago tra mille passioni e desideri...sono veramente incasinata!Aiuto!Dimmi come fai!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lorenza, non ho soluzioni da proporti, però sono contenta di non essere l'unica confusionaria incasinata. Tutti gli altri mi sembrano così ordinati e determinati, mentre io... Grazie di aver lasciato il tuo commento. Un abbraccio!

      Elimina
  2. Carissima, come ti capisco...se avessi un piccolo laboratorio sarebbe proprio come il tuo...con tante cose da fare. Tipicamente io incomincio a fare qualcosa ed il più delle volte non finisco il progetto perchè passo subito
    ad un'altro. No dai, non credo che sia la paura della morte ma piuttosto una grande voglia di sperimentare ed imparare a fare tante cose. Ma va bene così...divertiamoci e godiamoci le nostre passioni. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ely, mi fa piacere che anche tu sia "appasionata": mal comune mezzo gaudio. Allora dici che non bisogna farsi problemi ma godersi le proprie passioni e continuare a sperimentare? Bene, sono d'accordo! Un caro abbraccio.

      Elimina